Retail

Vuoi aggiornare il tuo sistema di gestione degli ordini? Prima poniti queste 7 domande

4 Nov 2019

Non c’è dubbio che oggi una fetta consistente del budget dei retailer globali sia consacrata ai sistemi di gestione degli ordini (o OMS, da Order Management Systems). Secondo la società di ricerca e consulenza IHL Group, la corsa dei retailer a questa tecnologia ormai giudicata indispensabile proietterà il mercato OMS verso una crescita del 63% entro il 2023 (rispetto al 2018), per un giro d’affari complessivo di 1,16 miliardi di dollari all’anno. La maggior parte della crescita, spiega IHL, si concentrerà nell’implementazione di progetti SaaS, che sempre tra il 2018 e il 2023 segnerà un esponenziale incremento del 182%. Questa è la conferma che i retailer innovativi stanno cercando di adottare una strategia IT interamente votata al commercio unificato per ipotecare il loro posto nel futuro del settore. Dopo aver studiato il mercato complesso e in rapida crescita degli OMS, IHL ha pubblicato un approfondito report di analisi: la Guida al mercato della gestione degli ordini 2019. Pensato in particolare per i retailer che intendono implementare un OMS, il report spiega tutto quello che c’è da sapere su vendor e soluzioni. Un prezioso strumento per quei professionisti della vendita che si trovano a fare i conti con le sfide e le opportunità del mercato OMS attuale. L’obiettivo del report è raccontare il mercato con dovizia di dettagli, indicando tra l’altro i consigli di analisti tecnologici qualificati sui migliori vendor e le offerte più appetibili in circolazione. In questo modo sarà più facile per le aziende scegliere il fornitore adatto a loro, orientandosi in un panorama mondiale piuttosto intricato.

Vuoi aggiornare il tuo sistema di gestione degli ordini? Prima poniti queste 7 domande

OMS: la colonna portante del commercio unificato

Il report di IHL afferma che “l’OMS non è un sistema: è IL sistema per passare con successo al commercio unificato”. I retailer che stanno pensando di scegliere un nuovo OMS non possono prescindere da alcune domande fondamentali:

1) Posso optare per una soluzione SaaS? I vantaggi delle piattaforme OMS basate su SaaS sono innumerevoli. Ecco perché la stragrande maggioranza dei retailer punta a questo modello di costo. Il costo totale di possesso (o TCO) dei SaaS è di gran lunga inferiore se si considerano i costi di capitale, operativi e supplementari derivanti dall’implementazione di un sistema di gestione degli ordini ad alte prestazioni. I modelli di acquisto e licenza non mancano, ma IHL conferma che la tendenza prevalente sono i SaaS.

2) Qual è la roadmap del vendor per quanto riguarda Intelligenza Artificiale (IA) e Machine Learning (ML)? Quali funzionalità non ancora disponibili sono pronti a offrire i vendor del sistema OMS che mi interessa? Sono personalizzabili o già integrate? Su quali API si basano? IHL è uno strenuo sostenitore dell’IA e afferma che i ROI più importanti deriveranno dai componenti delle soluzioni basati su IA e ML.

3) Quanto ci vuole per installare il software che mi interessa e raccogliere i primi frutti? Il report di IHL confronta la rapidità di installazione di tutti i vendor, evidenziando quelli che assicurano le tempistiche più brevi. Per molti retailer il termine di implementazione è vitale per iniziare a generare un ritorno sull’investimento dal nuovo OMS quanto prima.

4) Il vendor dell’OMS che mi interessa ha una presenza globale e ha già installato sistemi in tutto il mondo? Questo dettaglio è decisivo in mercato globalizzato come quello odierno, dove molti brand retail operano da più sedi internazionali. L’esperienza del vendor sul campo, in varie aree geografiche, garantisce la conformità alle normative locali e consente ai potenziali clienti di superare eventuali ostacoli in modo rapido ed efficace risparmiando tempo e denaro.

5) Quanti customer journey supporta il software OMS? È essenziale che, nell’attuale universo omnichannel, i retailer possano seguire tutte le tappe di tutti i possibili customer journey. I nuovi OMS, quindi, devono supportare funzionalità quali BOPIS (ritiro degli acquisti online in negozio), BORIS (reso degli acquisti online in negozio), corsie infinite (“endless aisle”) o clicca e ritira.

6) Quali integrazioni sono di serie e quali personalizzabili? A seconda della roadmap del retailer e delle soluzioni attuali, è importante valutare i pro e i contro di ricorrere a uno o più fornitori di software POS e di e-commerce. Molti dei vendor citati nel report offrono suite omnicomprensive, che supportano buona parte dei pilastri del commercio unificato.

7) E a proposito del regolamento GDPR e delle altre normative sulla protezione dei dati? Chiaramente i retailer vogliono sapere se le informazioni raccolte dall’OMS sono conformi alle disposizioni del GDPR e di altre normative sulla protezione dei dati personali. È opportuno chiedere sempre al potenziale vendor quali processi di elaborazione e archiviazione prevede il software e in che modo i dati dei clienti già raccolti vengono trasferiti e gestiti in fase di installazione.

 

Cegid eletta leader dei sistemi OMS

Nella Guida al mercato della gestione degli ordini 2019, IHL ha riservato una menzione speciale a Cegid per la capacità di elaborare 102 diversi customer journey, la proposta SaaS e l’impressionante numero di sistemi retail installati con successo. Il report specifica che Cegid “ha i tempi di installazione più rapidi” e lo definisce un “leader” da questo punto di vista, grazie anche ai sistemi OMS implementati in oltre 50 Paesi del mondo, che garantiscono una presenza davvero globale.

Cegid inoltre è in grado di rispondere alle esigenze dei retailer con una nuova soluzione DOM (Distributed Order Management) che ottimizza la gestione degli inventari e il posizionamento degli stock. Un unico repository che riunisce i diversi canali di vendita, per offrire una visione in tempo reale della gestione dell’inventario in-store e tra tutti i canali. Una singola unità di controllo per tutte le operazioni e la gestione del flusso. Ancora una volta, l’unico compito dei retailer sarà quello di rendere disponibili i prodotti e le opzioni di consegna che i clienti si aspettano, senza perdere mai una vendita.

 
Leggi come si stanno attivando i vendor di OMS per assistere i retailer in un panorama omnicanale in continua evoluzione. 

Scarica subito una copia della Guida IHL al mercato della gestione degli ordini 2019.