Retail

La rivoluzione del retail è opera degli addetti in-store

8 June 2022

4 min
Grazie all’uso di app, di dispositivi smart e alla disponibilità di dati più precisi e aggiornati, gli addetti alle vendite lavorano meglio e con maggiore soddisfazione.

La prospettiva degli assistenti di vendita è cambiata e tra le esigenze palesate vi è la richiesta di maggior supporto tecnologico per poter svolgere al meglio la propria attività e garantire ai consumatori un’esperienza d’acquisto personalizzata e piacevole. In particolare, i dipendenti del settore retail chiedono di:

  • Poter dedicare più tempo all’assistenza dei clienti, automatizzando azioni ripetitive come quelle concernenti la gestione delle scorte
  • Non doversi destreggiare continuamente tra fogli Excel, bollettini, e-mail e pianificazione delle mansioni
  • Avere maggiori opportunità di carriera

Continua a leggere e scopri come la tecnologia può aiutare il personale dei negozi a gestire agilmente gli incarichi e a sentirsi più gratificato.

 

Il futuro del retail: persone e tecnologie

Uno degli aspetti fondamentali per lo svolgimento delle attività di vendita al dettaglio e, di conseguenza, per il raggiungimento di risultati migliori è la conformità. Scegliere retail solutions che consentano sia ai rivenditori che ai dipendenti di accedere in tempo reale a dati condivisi e poterli implementare facilmente rende più semplice a tutti gli attori cooperare per un obiettivo comune che consiste nella massima soddisfazione del cliente.

Nel retail sono proprio le persone a fare la differenza e rappresentano la chiave del successo per il business relativo al settore, anche se si registra un turnover del personale piuttosto elevato.

Mentre, una maggiore stabilità e un’esperienza più coerente su tutti i touchpoint costituiscono i presupposti essenziali di un cambiamento migliorativo e della costruzione di un futuro più florido partendo proprio dalle persone che vi lavorano.

Stando ad alcuni dati pubblicati da Statista, entro il 2024 l’89,2% degli acquirenti a livello globale comprerà direttamente in negozio. A supporto di questa percentuale, altri dati rilasciati da Google rivelano che il 74% dei consumatori ritiene che fare acquisti in-store, di persona, sia importante nel determinare la scelta dei brand ai quali rivolgersi.

Risulta evidente, dunque, che i clienti continuano a fare affidamento sul personale dei negozi e sul valore della loro consulenza durante il processo d’acquisto. Tuttavia, sono aumentate le aspettative in relazione alla preparazione e alle competenze degli addetti alle vendite.

Oggi, i clienti prima di recarsi fisicamente presso un qualsiasi store consultano il sito web o i social media, quindi sono in possesso di una quantità consistente di informazioni che li rende molto più consapevoli dell’offerta rispetto al passato. Quello che si aspettano dallo staff di vendita è che siano altrettanto ben informati e, in caso di necessità, in grado di trovare immediatamente le risposte alle loro domande.

Scopri come supportare efficacemente l’attività del personale di vendita e motivare i clienti a tornare negli store! Scarica ora l’eBook Stores the New Way.

Scarica ora

Gli addetti alle vendite oggi hanno molti ruoli

Per via della pandemia, le abitudini dei consumatori sono profondamente mutate e le attività del personale impiegato nel retail si sono moltiplicate. Nuovi servizi di vendita omnicanale come il Click & Collect sono stati introdotti e continuano a essere preferiti dai clienti anche ora che l’emergenza è stata superata.

Secondo stime compiute da Google sui comportamenti dei consumatori negli ultimi anni, circa il 45% di loro compra online e poi ritira i prodotti in negozio, sfruttando la possibilità di acquistare e ricevere i propri articoli in modo più flessibile.

Inoltre, un’altra ricerca condotta da Invesp sul tasso di restituzione dei prodotti comprati tramite eCommerce rileva che la percentuale di resi è notevolmente più alta per quanto riguarda gli acquisti effettuati via Internet, raggiungendo il 30% a fronte dell’8,89% registrato sulle vendite in-store.

Nonostante tutto, in futuro le interazioni tra staff di vendita e clienti potrebbero non avvenire necessariamente in presenza. Infatti, secondo uno studio pubblicato da Mercaux il 67% dei consumatori vorrebbe dialogare da remoto con il personale dei negozi, utilizzando sistemi come la videochiamata, durante la quale i commessi possono mostrare gli articoli in diretta e fornire consigli personalizzati in tempo reale, offrendo una customer experience unica anche a distanza.

Sempre connessi

La crescita delle funzioni attribuite allo staff di vendita non va considerata affatto uno svantaggio. Anzi, i dipendenti dei negozi sono i primi a desiderare un ambiente di lavoro più dinamico, stimolante e coinvolgente sul piano della relazione con i clienti.

Tuttavia, per svolgere con successo le nuove mansioni è necessaria una digitalizzazione dei punti vendita che comprende, tra le molte cose, la fornitura di dispositivi mobili ai dipendenti, in modo che possano accedere velocemente al profilo dei clienti e reperire informazioni importanti, come eventuali preferenze espresse sulle pagine social del brand o del negozio e controllare lo stato degli ordini e delle scorte in magazzino, oltre a velocizzare i pagamenti mediante l’ausilio di mobile POS.

Dotata degli strumenti giusti, la nuova generazione di addetti alle vendite cambierà le dinamiche del retail e sarà in grado di adattarsi con tempestività ad ambienti multichannel gestendo con disinvoltura nuovi canali di vendita come pop-up store, eventi, quick commerce ecc. e muovendosi naturalmente tra online e offline.

Guarda la nostra infografica per capire come la tecnologia può aiutare lo staff dei negozi ad essere più efficiente.

Contattaci

Non c’è niente di meglio di un incontro di persona per comprendere le sfide del tuo progetto e presentarti la soluzione che risponderà alle tue esigenze.

Richiedi un contatto