Retail in America Latina: News, Trend, Idee

Torna agli articoli

Retail

20 June 2015

2 min

L’America Latina rappresenta un mercato assolutamente interessante per il retail e questo è confermato dal report di AT Kearny sull’indice retail di sviluppo globale (GRDI) che colloca il LATAM nei primi posti del ranking. Brasile, Cile e Uruguay sono i tre paesi con maggiore capacità di sviluppo retail insieme alla Colombia e al Messico che si presentano altresì in un’ottima posizione.

 

La fine dell’egemonia dei BRIC

Ad oggi i famosi BRIC (Brasile, Russia, India e Cina) rimangono solo capeggiati dal Brasile, che sta attraversando un periodo di rapida crescita e rafforzamento economico. Nonostante evidenti problematiche in aree quali infrastrutture, educazione, salute e leggi lavorative, il Brasile è considerato un mercato assolutamente attrattivo per quei retailer che decidono di scommettere su questo paese per potersi espandere a livello internazionale.

 

Dall’altro lato, Russia, Cina e India attualmente presentano alcuni problemi. In Russia, la classe media è quella che consuma di più ma le altre classi sociali sono più conservatrici. In Cina l’economia è molto influenzata dal governo che domina nelle relazioni commerciali e, dall’altro lato, c’è un forte rifiuto dell’investimento all’estero, nonostante questo impatti in modo negativo sull’economia del paese. Gli esperti assicurano che questi tre paesi hanno perso le loro posizioni come economie emergenti proprio a causa delle problematiche culturali e politiche ma, nonostante ciò, rimangono mete attrattive per il retail.

 

Paesi in via di sviluppo dalle grandi potenzialità

Escludendo le tre grandi potenze (Brasile, Cile e Uruguay), l’America Latina fa affidamento su vari paesi che rappresentano una grande opportunità di crescita: il Perù sta emergendo rapidamente come meta per investimenti retail. La popolazione ha aumentato la spesa media, grazie all’aumento del salario minimo. Dall’altro lato è anche aumentato il sentimento consumista con conseguente effetto positivo sul retail.

 

Il Messico è un altro paese molto attrattivo per il retail. Nel 2012 il retail ha fatturato circa 211.000 milioni di dollari, di tale cifra la metà proveniva dai canali tradizionali. Aziende internazionali quali Costco e Wal-Mart sono sempre più presenti, insieme ad Amazon che sta investendo sempre di più in questo paese.

 

Oltre a dominare il ranking GRDI, l’America Latina ha mostrato numeri eccellenti anche nel ranking “Apparel” : Cile, Brasile e Messico sono i paesi nei quali i fashion retailer hanno dimostrato più interesse. L’Occitane en Provence conta già oltre 90 negozi in Brasile, GAP 36 in America Latina in continua crescita, Zara oltre 150 negozi di cui 56 solo in Messico.

 

Nonostante il Brasile rappresenti un’opportunità interessante per i retailer è un paese estremamente complicato. Scarica il nostro expert paper per conoscere a fondo tutti gli aspetti da considerare prima di iniziare il business in questo paese.

 

Clicca qui per saperne di più sulle nostre offerte retail.

Contattaci

Non c’è niente di meglio di un incontro di persona per comprendere le sfide del tuo progetto e presentarti la soluzione che risponderà alle tue esigenze.

Richiedi un contatto