Retail

Come i brand ottimizzano e controllano i costi con le soluzioni POS

16 December 2021

5 min
Alla luce dei nuovi servizi offerti dai retailer, come Ship from Store, Click & Collect, prenotazione online o vendita da remoto tramite video o messaggi di testo, i negozi fisici rimangono il vero cuore pulsante della macchina da guerra. Di conseguenza, la produttività delle operazioni in negozio viene definita da nuove soglie di redditività e da una nuova generazione di KPI.

Negozi con ruoli nuovi e diversi

Di fronte alle nuove abitudini dei clienti, i retailer stanno cercando di offrire sempre di più servizi omnicanale come ship from store, click & collect, prenotazione online o vendita da remoto tramite video o messaggi di testo, per offrire ai consumatori più opzioni e massimizzare le vendite su tutti i canali. In questa fusione continua tra online e offline sono proprio i negozi fisici a svolgere un ruolo centrale.

Ora la domanda è: quali sono i ruoli del mio negozio? Non è solo una questione informatica o relativa all’eCommerce. A nostro avviso, è una questione molto complessa integrare senza intoppi il trittico composto da consegna, disponibilità delle scorte e IT fluido.

Alexis de Seze – Segretario Generale del Gruppo ÏDKids

Che ruolo ha il negozio fisico nell’era digitale e nella gestione di una strategia omnicanale efficace? Le questioni da affrontare sono diverse, dalla gestione dei magazzini e delle scorte, a quella dei resi, alla riduzione dei costi, all’ottimizzazione dei tempi di consegna e molto altro.

Nel settore del retail il confine tra vendite online e offline si assottiglia sempre di più e l’obiettivo è integrarle e offrire al cliente diverse opzioni di acquisto e un’esperienza unificata su tutti i canali di interazione con il brand. In tale ottica il negozio diventa il luogo di coordinamento dell’intero processo di vendita da cui dipende anche il funzionamento dell’eCommerce.

Se, ad esempio, manca un articolo presso il negozio a cui viene notificato un ordine tramite il servizio di e-reservation, cosa è più opportuno fare? Presupponendo che gli addetti alle vendite abbiano una stock visibility a 360 gradi, potrebbero chiamare un altro negozio fornito dell’articolo e farselo arrivare oppure avvalersi di un sistema IT (Information Technology) che reindirizzi automaticamente l’ordine allo stesso punto vendita.

Nella situazione in cui il prodotto non è più disponibile o l’ordine richiede tempi di attesa più lunghi è molto importante lavorare sul servizio clienti. Nel primo caso gli addetti alle vendite devono essere in grado di suggerire al cliente una valida alternativa e soddisfare comunque la sua richiesta; nel secondo, invece, è ancora più importante focalizzarsi su una comunicazione positiva.

C’è differenza tra dire “il suo ordine non sarà pronto prima del mese prossimo” e affermare “quel prodotto è disponibile dal mese prossimo. Inserisco immediatamente la sua richiesta e appena sarà pronto potrà ritirarlo in negozio o riceverlo direttamente al suo indirizzo preferito.”

Un alto livello di customer care non può prescindere da una conoscenza approfondita degli acquirenti, pertanto è fondamentale che i retailer dotino i dipendenti di strumenti adeguati, che consentano loro di avere accesso immediato a un database aggiornato in tempo reale, da cui reperire informazioni utili sulla cronologia degli acquisti, sulle preferenze dei clienti e sugli stock disponibili nei magazzini di tutti i punti vendita.

 

Ottimizzare i costi dell’IT e il costo totale di proprietà

Per i retailer, questo è un tema centrale che ha coinvolto, ad esempio, uno specialty retailer con una rete di negozi in Europa e negli Stati Uniti. Come ha spiegato Sylvain Jauze, Direttore delle vendite globali e delle operazioni internazionali di Cegid:

“Hanno deciso di connettere tutti i loro negozi americani all’ambiente IS (sistema informatico) europeo per ridurre i costi e avere un unico sistema in tutto il mondo

I retailer vogliono essere più efficienti adottando sistemi informatici standardizzati globali. In passato, permettevano a ogni filiale di scegliere la propria soluzione locale.

La sede centrale ha poi capito che in questo modo perdeva il controllo e la visibilità sulle vendite, sull’inventario e sui clienti.”

Oggi, nella stragrande maggioranza dei casi, i retailer vogliono un’unica soluzione globale, che comprenda un sistema operativo capace di integrare le varie attività. Inoltre vogliono maggiore apertura, componibilità e trasparenza totale per la società madre.

Adottare soluzioni POS standardizzate consente dunque di migliorare la gestione dei punti vendita in tutto il mondo, aiutando i brand del retail a moltiplicare le opportunità di vendita, migliorare la customer experience e aumentare il tasso di fidelizzazione dei clienti.

Garantire un’esperienza coerente con il brand a livello globale è essenziale per la crescita del retail e la digitalizzazione dei negozi e dello staff gioca un ruolo fondamentale. I clienti, sempre più connessi, sono alla ricerca di un’esperienza di shopping unica, riconoscibile e personalizzata sia online che offline, in ogni momento e in qualsiasi parte del mondo.

L’IT deve quindi aiutare i retailer a uniformare i processi di vendita, mettendo lo staff nelle condizioni di affrontare al meglio le nuove sfide e assicurare una customer experience omnichannel ottimale.

Inoltre, la scelta di soluzioni POS omnicanale consente un monitoraggio più efficace dei diversi KPI grazie all’ottimizzazione delle dashboard. In questo modo sarà più semplice per i retailer avere il controllo sulle strategie applicate e aumentare la qualità delle performance, con un maggior ritorno sull’investimento.

 

Sul piano internazionale, il finanziamento dei sistemi informatici sta prendendo un’altra direzione.

Fino a poco tempo fa, molti retailer avevano difficoltà a convincere le proprie affiliate a lanciarsi nell’eCommerce, per via dei costi elevati. “In molti Paesi, le nostre affiliate sono strutture a conduzione familiare. È raro che abbiano più di 3 negozi” ha aggiunto Vincent Delmarre di Jacadi. “Su 30 partner internazionali in franchising, solo 3 avevano una soluzione di e-commerce nel 2020. Nel 2021, il dato arriverà al 100%.“

Molti retailer offrono una piattaforma online comune che garantisce l’immagine del brand, pertanto la sfida è lavorare insieme ai partner e supportarli, anche se può essere un investimento meno redditizio rispetto all’apertura di un nuovo punto vendita.

Nonostante la digitalizzazione dei negozi comporti delle spese per i retailer, i vantaggi superano il costo dell’investimento. Disporre di soluzioni POS di ultima generazione permette di rendere l’esperienza d’acquisto fluida e lineare sia online che offline, velocizzare le spedizioni e offrire un servizio clienti reattivo ed empatico. Tutto ciò va di pari passo con l’aumento delle vendite e dei profitti.

 

Compliance e localizzazione dei sistemi informatici

I retailer che operano in più continenti devono affrontare tantissime specificità in ogni Paese, a livello di tasse, pagamenti, protezione e localizzazione dei dati, mercati locali e pratiche di commercio al dettaglio” ha dichiarato Emmanuel Costa, Senior Product Manager di Cegid. “Per un retailer, questo implica una serie di sfide. In Cina, per esempio, c’è una nuova normativa secondo la quale tutti i dati critici e relativi alle transazioni devono essere ospitati in Cina. Di conseguenza, abbiamo aperto un nuovo data centre/point of delivery cloud in Cina. La soluzione Cegid Retail soddisfa le specificità locali in 69 Paesi e garantisce aggiornamenti completi e automatici“.

Gli specialisti Cegid nel campo della conformità legale, fiscale e internazionale seguono costantemente l’evoluzione del quadro globale, analizzando le nuove normative e collaborando con le autorità locali per offrire alle aziende del settore retail soluzioni efficaci e conformi alle leggi specifiche di ogni nazione, garantendo allo stesso tempo la coerenza dei servizi offerti al cliente in ogni parte del mondo.

Scegliere le nostre soluzioni POS permetterà alla tua catena di retail di ottenere numerosi vantaggi, aiutandoti a creare un’amministrazione unica e affidabile, costruendo processi decisionali consapevoli e agili e consentendoti di gestire i dati e integrare i vari servizi omnicanale come click & collect, ship from store e altri, nel pieno rispetto delle normative locali.

Per approfondire, scopri la guida al retail internazionale.

International The New Way

SCARICA LA GUIDA

Vorrei una demo/una proposta/una richiesta d’informazione

Contattaci