Retail

Chi sono i consumatori della Generazione Z?

15 March 2024

i consumatori della Generazione Z
4 min
I consumatori appartenenti alla Generazione Z, attualmente con un'età compresa tra i 10 e i 27 anni, si distinguono nettamente dalle generazioni precedenti. Le loro preferenze in termini di fedeltà ai marchi, scelta dei prodotti e modalità di pagamento sono radicalmente diverse. Secondo le indagini condotte da GlobalWebIndex, il 49% della Generazione Z si affida agli influencer per le raccomandazioni sui prodotti, sottolineando l'importanza della rilevanza nelle loro decisioni di acquisto.

Esplorando le intuizioni trasformative emerse da NRF 2024 a New York, emergono strategie operative cruciali per i rivenditori per coinvolgere autenticamente la Generazione Z. Scoprire le priorità in evoluzione della Generazione Z, le loro abitudini di acquisto, la preferenza per le esperienze in negozio e un coinvolgimento online responsabile diventa quindi essenziale.

Decodificare le Tendenze dei Consumatori della Generazione Z: Oltre gli Stereotipi

L’evoluzione della Generazione Z si caratterizza per la sfida dei preconcetti e l’abbraccio delle proprie peculiarità. A differenza dell’idea comune che li identifichi come una semplice estensione dei Millennial, la Generazione Z si distingue per il suo approccio proattivo alla vita. Il benessere finanziario, il progresso professionale e il desiderio di esperienze significative definiscono le loro priorità.

Contrariamente alla credenza diffusa che siano solo risparmiatori, la Generazione Z mostra una marcata inclinazione a investire in esperienze che rispecchiano i loro valori. Secondo uno studio condotto da Piper Sandler, spendono in media 143 dollari al mese, con il 67% del loro budget destinato alla cura personale, all’abbigliamento e al cibo. In qualità di creatori e consumatori di contenuti, dimostrano un forte interesse per i podcast, che utilizzano come strumento di auto-educazione per colmare le lacune dell’istruzione tradizionale.

La fiducia riveste un ruolo fondamentale per la Generazione Z, che si affida agli influencer per le raccomandazioni sui prodotti, come indicato da un’indagine condotta da GlobalWebIndex, evidenziando così l’importanza della pertinenza nella loro decisione d’acquisto. Rapidamente adattabili e amanti della diversità, apprezzano sia i brand locali che le catene di fast food, alla ricerca di una combinazione unica tra autenticità e convenienza.

Comprendere questa dualità è cruciale per i rivenditori che desiderano soddisfare le loro varie preferenze e rimanere rilevanti nel mercato.

L’Esperienza In-Negozio: Il Rifugio della Generazione Z per la Personalizzazione

Contrariamente all’assunzione che lo shopping online abbia la supremazia, una parte sostanziale della Generazione Z attribuisce grande valore all’esperienza di shopping in negozio. I negozi fisici non sono più semplici luoghi di transazione; si trasformano in spazi dedicati alla personalizzazione, alla socializzazione e all’espressione individuale. Creare ambienti che integrino in modo fluido il digitale e il fisico, offrendo playlist Spotify localizzate, profumi unici e altri elementi personalizzati, diventa essenziale.

Secondo IBM, il 67% della Generazione Z preferisce fare acquisti nei negozi fisici, sottolineando l’importanza di migliorare l’esperienza in negozio per questa fascia demografica. Abilitare gli associati a rimanere informati sulle tendenze uniche e a coinvolgere i clienti a un livello personale diventa quindi cruciale. La Generazione Z ricerca un senso di comunità, e l’esperienza in negozio emerge come uno strumento potente per forgiare tali connessioni.

Navigare nel Paesaggio Digitale: Impegno Responsabile con la Generazione Z

La Generazione Z è incline a condividere i propri dati online, ma si aspetta un utilizzo responsabile. I rivenditori devono sfruttare queste informazioni in modo etico, fornendo esperienze personalizzate che rispettino la privacy. Possedere strumenti per la gestione dei dati è fondamentale, poiché i rivenditori devono essere in grado di offrire un’esperienza personalizzata senza interruzioni, soddisfacendo le aspettative della Generazione Z per un’esperienza di acquisto fluida e su misura. Secondo un report di Accenture, il 66% dei consumatori della Generazione Z è disposto a condividere i propri dati con i marchi in cambio di sconti o offerte personalizzate.

La cultura aziendale gioca un ruolo fondamentale, con l’autenticità e la capacità di abbracciare la nostalgia che diventano chiavi.

Esempi in Azione

Marchi che si Connettono con la Generazione Z Spotify Wrapped: la campagna annuale Wrapped di Spotify comprende gli umori e i momenti della Generazione Z. Utilizzando dati sulle parole più ricercate, Spotify crea playlist e podcast che risuonano particolarmente bene durante i periodi difficili. Nel 2021, Spotify ha riportato che la Generazione Z aveva il più alto coinvolgimento con la campagna Wrapped, con 29,5 miliardi di stream delle playlist Wrapped.

Fedeltà Oltre le Transazioni: Marchi come H&M hanno successo offrendo sorprese non transazionali, come attivazioni ad eventi come Coachella e accesso anticipato a speciali collaborazioni con designer. Secondo uno studio di Forbes, il 60% dei consumatori della Generazione Z si aspetta che i marchi si pronuncino su questioni sociali, sottolineando l’importanza di allineare i valori del marchio con le aspettative dei clienti.

Impegno Autentico: McDonald’s, con l’apparentemente innocuo incidente del “ranch” diventato virale, dimostra il potere dell’impegno autentico. Condividere la penna con la Generazione Z in modo autentico può creare un impatto duraturo. L’incidente virale del “ranch” di McDonald’s ha generato oltre 82.000 menzioni su piattaforme di social media in una settimana, mostrando l’effetto amplificatore dell’impegno autentico.

Elevare l’Esperienza di Retail con Cegid Retail

Navigando nel sempre mutante panorama del retail, è fondamentale integrare senza soluzione di continuità queste intuizioni in soluzioni pratiche. Cegid Retail, con le sue innovative soluzioni, permette ai rivenditori specializzati di colmare il divario tra i mondi fisici e digitali. Migliorare l’esperienza in negozio, personalizzare le interazioni con i clienti e gestire in modo efficiente i dati con Cegid Retail, garantendo un approccio olistico che risponde alle esigenze della dinamica e influente Generazione Z.

Secondo uno studio di caso condotto da Cegid, i rivenditori che utilizzano le soluzioni di commercio unificato hanno registrato un aumento del 20% nella soddisfazione del cliente e un incremento del 15% nelle vendite in negozio. Allineandosi con le preferenze e i valori della Generazione Z, i rivenditori possono non solo attirare ma anche mantenere la fedeltà di questa generazione dinamica e influente. Mentre il panorama del retail continua a evolversi, saranno coloro che si adattano e innovano a prosperare nell’era del dominio della Generazione Z nel retail.

Le principali 5 sfide che i retailer affronteranno nel 2024

Scarica subito la tua copia per scoprire strategie vincenti per potenziare il tuo team in negozio, rafforzare l’immagine del tuo brand e costruire fiducia duratura con i tuoi clienti.

INVIA